Paolina Leopardi, Lettere (1822-1869) a cura di Elisabetta Benucci

Sempre caro mi fu quest'ermo colle...

Chi di noi non ha amato questi versi e non ne ha conosciuto, più o meno approfonditamente, l'autore? Quel gigante della letteratura che porta il nome di Giacomo Leopardi ha oscurato, involontariamente, un'altra figura della sua famiglia che invece è degna di essere conosciuta e apprezzata.

Due anni dopo la nascita di Giacomo, la famiglia Leopardi viene allietata dalla nascita di Paolina, detta Pilla, che sarà legatissima ai fratelli ma che, in un certo senso, sarà ancora più di loro vittima della reclusione recanatese, quell'ambiente asfittico e culturalmente chiuso che tanto pesava anche sul giovane favoloso Giacomo.

Ma quale poteva essere, nella prima metà dell'Ottocento, la via di fuga concessa? Le lettere, la comunicazione scritta con i fratelli, gli amici lontani, gli intellettuali. Ed è proprio attraverso questo nutrito epistolario che veniamo a conoscenza delle sfumature dell'animo di Paolina e soprattutto delle sue doti: uno spirito critico notevole, una cultura molto vasta, specialmente per una donna, un'attenzione costante alle vicende del suo tempo e della società in cui viveva.

Scopriamo questa donna insolita e interessante grazie al volume curato dalla filologa Elisabetta Benucci, per i tipi di Apice libri, che, oltre ad assemblare tutte le lettere già edite di Paolina Leopardi, ne ha ritrovate e pubblicate poco meno di altre cinquanta. Per la  prima volta leggiamo quindi, con curiosità, testi finora inediti, scoprendo lati insospettati di questa gentildonna ottocentesca.

Val la pena, però,  di rimandare un po' la lettura dell'epistolario per dedicarsi, inizialmente, all'interessante saggio in cui Elisabetta Benucci compone un ritratto a tutto tondo di Paolina: Una vita attraverso le lettere,  attraverso i rapporti epistolari che intratteneva col suo mondo di affetti e amicizie, col quale aprirsi, in confidenza, su temi anche molto personali.

Completa il volume una ricca e minuziosa cronologia della vita di Paolina, sempre a cura della dott.ssa Benucci.

Vi consigliamo questa lettura, che potrà essere ancora più chiaramente illustrata nel corso dell'incontro con la curatrice, giovedì 9 maggio ore 21:15 presso la biblioteca Ernesto Ragionieri di Sesto Fiorentino.

L'incontro sarà completato dalla visione di un breve documentario inedito sulla protagonista della serata, quella Paolina che troppo a lungo è stata seminascosta dall'ombra del suo  insuperabile e amato fratello Giacomuccio.

Immagine in prima pagina
Tipo di attività